Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Matrimonio in Ambasciata

 

Matrimonio in Ambasciata

Per sposarsi presso la Rappresentanza diplomatico-consolare italiana a Singapore è necessario presentare una istanza di celebrazione di matrimonio consolare. I nubendi possono richiedere il documento contattando l’Autorità Consolare via e-mail o telefonicamente.

L’istanza deve essere sottoscritta da entrambi i nubendi e presentata di persona all’Ufficio consolare con allegata la fotocopia dei documenti di identità validi dei nubendi.

L’ufficio consolare dovrà produrre per i cittadini italiani iscritti all’AIRE il certificato di Nulla Osta al matrimonio. A tal fine i nubendi italiani dovranno compilare la Dichiarazione sostitutiva per richiesta Nulla Osta al matrimonio pagando il corrispettivo in dollari di Singapore di 6 euro. Compilata la richiesta ed effettuate le dovute verifiche, l’ufficio consolare procederà all’emissione di tale certificato.

Se l’Ufficio consolare accoglie l’istanza (in quanto ne ricorrano i requisiti previsti dalla normativa) si può procedere alla richiesta delle pubblicazioni.

La celebrazione del matrimonio può essere rifiutata quando vi si oppongono le leggi locali o quando le parti non risiedono nella circoscrizione.

Le pubblicazioni

In Italia la celebrazione del matrimonio deve essere preceduta dalle pubblicazioni, eseguite a cura di un Ufficiale dello Stato Civile. Le pubblicazioni restano affisse all'albo consolare per almeno 8 giorni. Il matrimonio può essere celebrato decorsi 3 giorni successivi dalla compiuta pubblicazione ed entro i successivi 180 giorni.

È necessario che i nubendi compilino questo modulo e lo firmino all’atto della consegna a mano all’Autorità diplomatico-consolare.

Per prenotare un appuntamento premere QUI.

L’istanza di pubblicazioni matrimoniali ha un costo pari a 12 euro. Il controvalore in dollari di Singapore è soggetto all’aggiornamento trimestrale dei tassi di ragguaglio.

Per verificare gli importi aggiornati consultare le Tariffe Consolari.

Richiesta di pubblicazioni

Può essere effettuata:

  • di persona dai nubendi;
  • da terzo autorizzato munito di procura speciale redatta su carta semplice e di copia dei documenti di identità validi dei nubendi;

Per coloro che non sono cittadini UE e residenti in Italia, la firma dovrà essere apposta in presenza di un funzionario consolare.

  • Se i nubendi sono entrambi cittadini italiani residenti all’estero, è necessario richiedere le pubblicazioni di matrimonio alla Rappresentanza diplomatico-consolare dove sarà celebrato il matrimonio consolare. Se risiedono in due circoscrizioni consolari diverse, le pubblicazioni vanno effettuate presso entrambe le Rappresentanze diplomatiche o consolari.
  • Se uno dei nubendi (italiano o straniero) ha la residenza in Italia mentre l’altro (cittadino italiano) ha la residenza all’estero, è necessario richiedere le pubblicazioni di matrimonio alla Rappresentanza diplomatico-consolare dove sarà celebrato il matrimonio consolare, che a sua volta ne chiederà l'esecuzione al Comune di residenza in Italia. Le pubblicazioni verranno pertanto effettuate in entrambi i luoghi di residenza dei futuri sposi.
  • Se il nubendo italiano ha la residenza in Italia mentre l’altro è un cittadino straniero ed ha la residenza all'estero, è possibile alternativamente: richiedere le pubblicazioni alla Rappresentanza diplomatico-consolare oppure al Comune italiano di residenza, che provvederà al rilascio di delega alla Rappresentanza diplomatica o consolare per la celebrazione del matrimonio.
  • Se entrambi i nubendi sono residenti in Italia, è necessario richiedere le pubblicazioni di matrimonio al Comune di residenza. Se risiedono in due Comuni diversi le pubblicazioni verranno effettuate in entrambi i Comuni. Il Comune rilascerà alla Rappresentanza diplomatica o consolare la delega per la celebrazione del matrimonio.

356